La dispersione delle ceneri in natura

La dispersione delle ceneri in natura

La Dispersione in natura

In molte regioni è possibile procedere alla dispersione delle ceneri. La dispersione sarà consentita in natura (fiumi, laghi, mari o spazi aperti), in cimitero (in apposite aree) o in luoghi privati, purché all’aperto e con il consenso dei proprietari. Non sarà consentita all’interno dei centri abitati. La dispersione necessiterà di una autorizzazione preventiva rilasciata dall’Ufficiale di Stato Civile del Comune dove è avvenuto il decesso e sarà subordinata alla volontà espressa in vita dal defunto così come dovrà obbligatoriamente risultare da una disposizione testamentaria e dall’iscrizione ad una Socrem o ad altra Associazione analoga. In seguito, la dispersione dovrà essere convalidata dal comune dove verranno disperse le ceneri che concede il nulla osta alla dispersione secondo quanto previsto dal proprio regolamento comunale. Presso molti Cimiteri esistono i Giardini del Ricordo per tutti coloro che ne fanno richiesta. Sono realizzati con l’intento di offrire ai cittadini un luogo raccolto dove dare l’ultimo saluto ai propri cari e dove tornare ed essere immersi nel verde in una sorta di anfiteatro naturale che possa trasmettere pace e conforto. In generale è possibile svolgere la dispersione delle ceneri nei luoghi segnalati dal Comune a cui si fa richiesta, in generale è consentita:

  • area cimiteriale appositamente individuata;

  • area privata, aperta e con il consenso del proprietario. È vietata la dispersione nei centri abitati;

  • in natura è libera nel rispetto delle seguenti indicazioni:
    • in mare, ad oltre mezzo miglio dalla costa
    • nei laghi, ad oltre cento metri dalla riva
    • nei fiumi, nei tratti liberi da manufatti e natanti


Lo Staff

Copyright © 2021. Calosso, Onoranze Funebri Demaria - Sede Legale: Via Gualtieri 21, Saluzzo (CN) 12037 - T: 0175 42455
P.IVA: 01875010041 - Rea cn 140555